testimonianze

Marco Amelia, calciatore professionista e campione del mondo 2006

"La mia continua voglia di migliorare mi ha fatto incontrare Stefano Marchesi qualche anno fa: lui è una fonte inesauribile di notizie e consigli utili alla mia crescita personale e soprattutto per le mie attività che svolgo tutti i giorni. Preparato in ogni ambito, ha un forte senso di responsabilità abbinata alla competenza, difficilmente lo trovi impreparato. È la persona che messa in qualsiasi ruolo, anche di grande responsabilità, ti da un grande senso di sicurezza. E questo di sicuro per qualsiasi professionista è fondamentale".

Franco Collavino, direttore generale Udinese Calcio

"Stefano Marchesi ha lavorato presso la nostra azienda nella stagione sportiva 2007/2008, in qualità di responsabile delle attività di comunicazione e pubbliche relazioni, sia sportive che corporate. Ha svolto il proprio incarico mostrando spirito di iniziativa e capacità organizzative e nell’incarico svolto ha mostrato doti di riservatezza".

 

Federico Pastorello, CEO P&P Sport Management

"Chi è Stefano lo capisci dopo 5' che lo conosci. Persona sincera, grande lavoratore, fedele e con competenza. Peccato io sia un agente e non un Presidente di club, un calciatore o un allenatore, altrimenti non avrei dubbio a chi affidare tutta la mia comunicazione".


Javier Yanguas Leyes, medico sportivo FC Barcelona

"Ho incontrato Stefano nella stagione 2007-2008, quando ci siamo trovati a lavorare insieme all'Udinese Calcio. Tengo a sottolineare la sua capacità di fare gruppo come persona, e come professionista il rispetto e la discrezione nella gestione di informazioni sensibili come quelle riguardanti gli infortuni dei calciatori. Ne ha sempre fatto buon uso, prevenendo qualsiasi tipo di equivoco o fraintendimento, non comunicando mai una sola parola che non fosse stata concordata con lo staff medico".

Giuseppe Sapienza, Responsabile Comunicazione Sportiva A.C. Milan

"Conosco Stefano dal 2001, all’epoca lui all’Hellas Verona e io all’Inter. Dopo 15 anni stima, professionalità e capacità si sono sviluppate crescendo costantemente. Mi piace sottolineare un ulteriore aspetto di Stefano: l’ospitalità. Stagione 2005/06, “noi” tifosi del Catania andiamo a giocare a Verona e vinciamo 2-1, una partita decisiva per la promozione in A. Stefano ci accredita, ospita, sostiene e alla fine si complimenta. Come fanno tutti i grandi uomini di sport".

Gianluca Di Marzio, giornalista Sky

"Conosco Stefano da una dozzina di anni, fin dai tempi in cui dirigeva la comunicazione dell'Hellas Verona. Da allora non ci siamo mai persi di vista, con lui è nato un bel rapporto di reciproca stima, personale e professionale. Giovane, preparato, determinato, sempre sul pezzo: con lui si lavora davvero da Serie A".

Antonio Nucera, giornalista Sky

"Conosco Stefano da oltre 10 anni, prima al Verona e poi all'Udinese. Non so più nemmeno quante partite abbiamo visto insieme. Ho visto pochissimi responsabili della comunicazione, attenti, previdenti, puntuali e affidabili come lui. Un professionista del suo calibro rappresenta un solido punto di riferimento per tutti gli addetti ai lavori: avere a che fare con lui è una garanzia".

Ivan Zazzaroni, giornalista

"Sartre sosteneva che l'uomo fosse (sia) una passione inutile. Beh, Stefano fa il possibile per renderla e rendersi utile partendo dall'amore incondizionato per il calcio".

Luigi Predebon, formatore e consulente

Conosco Stefano per lavoro da diversi anni. A parte la sua competenza professionale, ciò che più mi ha colpito di lui sono la sua determinazione ed un orientamento al risultato non comuni. Questo, unito ad un ottimo livello di autostima che lo rende particolarmente affidabile. Lavorare con lui è un piacere”.

Daniele Garbo, giornalista Mediaset

"Gli addetti stampa si dividono in due grandi categorie: quelli che lavorano per facilitare il compito dei giornalisti e quelli che invece pensano solo a complicarlo. Stefano Marchesi appartiene senza dubbio alla prima categoria. L'ho conosciuto un po' di anni fa, quando giravo per gli stadi d'Italia e d'Europa come inviato di Mediaset. Lui era il responsabile della comunicazione dell'Udinese e ricordo bene il giorno del primo incontro: avvenne a Perugia in occasione di una trasferta dei friulani. Ci ritrovammo a cena col collega di Sky Antonio Nucera il sabato sera prima della partita. Con Stefano siamo entrati subito in sintonia, ci siamo ritrovati molte altre volte e sempre ho visto in lui un interlocutore serio, credibile e collaborativo. Uno che ascoltava le tue richieste e cercava di risolvere i tuoi problemi. Con gentilezza e professionalità. Merci sempre più rare nel mondo del calcio".

Lucilla Granata, direttore CRHomeTV - co-founder Beautyworld.TV

"Ho conosciuto Stefano più di 10 anni fa. Entrambi alle prese con il calcio. Io come inviata Sky lui come  direttore della comunicazione, prima a Verona e poi  a Udine. In un ambiente dove gestire i rapporti non è sempre facile, Stefano è tra quelli che ricordo più sorridenti, collaborativi, professionali e sinceri che abbia mai conosciuto. Anche quando ha rivoluzionato la sua vita lavorativa, lo ha fatto con la grinta, la determinazione e la caparbietà di chi sa di poter contare su una grande forza. La sua".

Francesco Velluzzi, giornalista La Gazzetta dello Sport

"Conosco Stefano Marchesi da tanti anni e sono sempre rimasto colpito dalla passione, dalla serietà e dalla professionalità con le quali affronta tutte le sue sfide professionali. Non un semplice addetto stampa, ma un responsabile comunicazione & pubbliche relazioni con un approccio molto manageriale".

Barbara Piancastelli, avvocato e UAE business developer

"Stefano fa parte di quella ristretta cerchia di professionisti che prima fa le cose e poi le comunica. Professionalmente molto preparato è un piacere lavorare con lui. Disponibile e netto nelle sue affermazioni ed azioni consente a chi, come me, interagisce con lui di ottimizzare tempo e risorse. Ha una rete di connections di pregio ma soprattutto seria. Il che oggi come oggi è merce rara".

Pietro Spinosa, preparatore dei portieri

"Ho avuto modo di lavorare con Stefano nel mondo del calcio: persona di elevato spessore umano e dalle indubbie capacità professionali nel campo del marketing e dell'organizzazione. Abbiamo instaurato un ottimo rapporto lavorativo e di questo sono lusingato anche perché questo rapporto professionale si è trasformato in un'amicizia sincera che sono convinto resterà nel tempo. Grazie Stefano".

Maria Cecilia Tarabochia, imprenditrice - responsabile ufficio stampa A.C. Siena

"Stefano è uno di quelli che crede sempre in quello che fa. È uno che investe ogni sua energia in quello in cui crede. Riesce a sorridere anche nei momenti difficili perché è uno che guarda oltre, gli ostacoli non lo spaventano, sa che troverà un modo per superarli. Tutto questo fa di lui un professionista serio e affidabile, che ci mette grinta e determinazione e ha sempre una gran sete di imparare, di migliorare se stesso e il suo lavoro. Ci siamo conosciuti quando lui era responsabile della comunicazione dell'Udinese e io responsabile dell'ufficio stampa del Siena. Sono passati una po' di anni, sono cambiati i percorsi, ma continuiamo a sentirci, a confrontarci, a sostenerci, a darci consigli. Avere una persona come Stefano dalla tua dà sicuramente una grande energia".

Luca Borioni, giornalista e opinionista di Calciomercato.com

"Ho conosciuto Stefano quando io ero redattore di Tuttosport e lui direttore della comunicazione dell'Hellas Verona. Con la sua gentilezza e allegra disponibilità mi sembrò subito una bella eccezione in un mondo (quello del calcio) spesso piuttosto serioso e scontroso. In seguito, poi, ho potuto apprezzare anche la sua competenza professionale e le capacità in ambito imprenditoriale. Intuisco per lui nuove grandi imprese..."

Matteo Gelmetti, business developer Sultanato dell'Oman

"Non il piu forte, il piu intelligente vince, ma colui che meglio si adatta al cambiamento". Con questa frase di Darwin voglio descrivere Stefano, perché attraverso il suo grande lavoro di fame di conoscenza, caratteristica di chi è intelligente e forte, sta affrontando i cambiamenti di un presente e di un futuro che troverà molti impreparati, ma non lui.    

Giulia Fidilio, imprenditrice - founder AM Consulting

"Conosco Stefano sia a livello professionale che personale. E ciò che spicca è la coerenza tra i due aspetti. Lo ritengo una persona fortemente motivata, preparata, scrupolosa ed etica, qualità rara quanto fondamentale. Un'altra caratteristica di lui che apprezzo molto è la costanza, anche nella propria formazione. Lo ritengo un valido collaboratore e un amico sincero su cui contare".

Renzo Udali, photoreporter

"Con Stefano ho avuto il piacere di collaborare nel periodo in cui era all'Hellas Verona, e devo dire di essermi trovato veramente in sintonia con lui. Nonostante la sua giovane età, e di conseguenza fosse alle prime esperienze, di lui mi piaceva il fatto che riusciva a prevedere gli sbagli che avrebbero fatto professionisti molto più esperti di lui. Spero che ci sarà l'occasione di collaborare ancora con Stefano!"